Naviga verso abitazioni a prezzi accessibili

Navigazione

|

Tuttora positiva tendenza al SÌ a «Più abitazioni a prezzi accessibili»

Il sondaggio Tamedia e 20 minuti sull'iniziativa "Più abitazioni a prezzi accessibili" (2a ondata) mostra un tasso di approvazione sempre elevato, pari al 60%. Non c'è da stupirsi, poichè l'aumento delle pigioni e la mancanza di alloggi a prezzi accessibili sono tra le preoccupazioni principali della popolazione svizzera.

«Il 60% di favorevoli in base a un secondo sondaggio illustra bene la necessità di agire. Affitti in crescita e mancanza di alloggi accessibili sono un grande problema in Svizzera. La lobby immobiliare, con le sue informazioni false, è preoccupata. Nel nostro paese è indispensabile incrementare il numero di alloggi di utilità pubblica, per frenare speculazione e crescita continua della redditività degli immobili a spese degli inquilini. L’iniziativa propone soluzioni ragionevoli e rispettose del federalismo, perché sarà attuata laddove gli alloggi a pigione moderata sono più necessari.»
Carlo Sommaruga, presidente

Tre risposte importanti alle fantasiose storielle delle società immobiliari:

"In alcune regioni le pigioni calano a causa degli sfitti..."
Falso. Le pigioni sono in costante aumento in Svizzera e negli ultimi 20 anni sono cresciute del 28 percento. Questo in base all’indice ufficiale degli affitti, pubblicato dall’ufficio federale di statistica.

"La quota del 10% è rigida e non tiene conto delle particolarità locali..."
Falso. Un nuovo alloggio su dieci deve appartenere a enti di utilità pubblica. Si tratta di fissare un obiettivo da raggiungere, come spesso accade. Uno scopo fissato sulla media a livello svizzero e non in ogni comune, proprio perché vi siano più abitazioni a prezzi accessibili dove è impellente che vengano creati.

"L’iniziativa è antifederalista..."
Al contrario. Ogni comune ha la possibilità di introdurre a suo favore un diritto di prelazione (al prezzo di mercato) e cedere poi in uso il terreno a enti di utilità pubblica. Il canone per il diritto di superficie assicura al comune un’entrata stabile. Un risultato Win-Win-Win per comuni, contribuenti e inquilini.

Altri articoli

|

E ora uniti per più abitazioni a prezzi accessibili

line

Il 9 febbraio prossimo saremo chiamati a votare a favore di un maggior numero di abi-tazioni a prezzi accessibili. L’ha deciso oggi il Consiglio federale. Oltre cento persona-lità si sono già pronunciare a favore dell’iniziativa popolare sul sito www.abitazioni-accessibili.ch in tutte le lingue nazionali.

|

Le città esigono una politica dell’alloggio più accessibile

line

L’Associazione Inquilini è delusa per la bocciatura dell’iniziativa popolare «Più abita-zioni a prezzi accessibili». Ora i contrari devono passare dalle parole ai fatti e agire soprattutto nelle città e nei cantoni dove l’iniziativa è stata accolta, rafforzando rapi-damente le misure necessarie a favore di più abitazioni a prezzi accessibili.

|

Sondaggio RSI: 66% Sì a più abitazioni a prezzi accessibili

line

Un ampio consenso all’iniziativa a favore di alloggi a prezzi accessibili conferma la preoccupazione di una larga fascia della popolazione in merito all’aumento delle pigioni e alla mancanza di alloggi a pigione moderata, e questo in linea con i risultati a livello comunale e cantonale di precedenti votazioni in materia.