Naviga verso abitazioni a prezzi accessibili

Navigazione

|

Nessun segnale distensivo: le pigioni non scendono

I dati dell’ufficio federale di statistica pubblicati oggi confermano: il prezzo dell’alloggio negli ultimi anni si è evoluto solo verso l’alto e rappresenta un onere esorbitante per le risorse degli inquilini. Un aumento di mezzo punto in un anno e del 17,6% dal dicembre 2005. L’iniziativa “Più pigioni a prezzi accessibili“ dell’associazione svizzera inquilini viene in aiuto.

Contrariamente a quanto numerosi media riportano, gli inquilini svizzeri non stanno assistendo a un allentamento dei prezzi dell‘alloggio. Diminuzione delle pigioni? Fake News. I dati dell’ufficio federale di statistica confermano: dal 2005 l’indice del costo delle abitazioni è au-mentato di oltre il 17% mentre il rincaro generale del medesimo periodo di assesta al di sotto del 5%. Questo significa per gli inquilini che la proporzione di reddito consacrata all’alloggio è in continua crescita. Nessun segnale di distensione ha dichiarato Carlo Sommaruga, presi-dente dell’associazione svizzera inquilini (ASI).

Pigioni gonfiate dalla legge del massimo profitto

In Svizzera gli inquilini faticano come prima a trovare un’abitazione accessibile alle loro finan-ze. Il problema è più acuto nelle città e negli agglomerati. Gli inquilini sono divenuti il giocattolo delle lobby immobiliari a causa dell’ingordigia senza limiti di investitori a caccia di profitti sem-pre maggiori. I tassi ipotecari e i costi del capitale sono diminuiti dal 2009 ma questo si è riper-cosso solo in minima parte sugli inquilini ed è stato vanificato dagli aumenti massicci delle pigioni in caso di nuova locazione o di ristrutturazione.

L’iniziativa „Più abitazioni a prezzi accessibili“ è più che mai necessaria

Con l’iniziativa a favore di “Più abitazioni a prezzi accessibili”, che sarà presumibilmente vota-ta nel febbraio 2020, l’associazione svizzera inquilini va in senso contrario. L’iniziativa chiede a Confederazione e cantoni di promuovere l’edificazione di alloggi a pigione moderata: è neces-sario garantire a lungo termine un maggior numero di cooperative o di enti di utilità pubblica, che fissano i prezzi in base ai costi. Ci sarà per gli inquilini più spazio sottratto alla speculazio-ne e all’avidità di profitto delle lobby immobiliari.

Statistica pigioni

Altri articoli

|

Ogni singolo SÌ è importante contro le bugie della lobby immobiliare

line

Due odierni sondaggi mostrano che la votazione sull’iniziativa «Più abitazioni a prezzi accessibili» è fortemente osteggiata e che il risultato delle urne è incerto. In base al sondaggio della RSI/SSR al 51% di sì si contrappone un 45% di no. Un SÌ è ancora possibile. L’Associazione Inquilini critica la campagna dei contrari, costata parecchi milioni, che diffonde menzogne e informazioni false.

|

Sondaggio RSI: 66% Sì a più abitazioni a prezzi accessibili

line

Un ampio consenso all’iniziativa a favore di alloggi a prezzi accessibili conferma la preoccupazione di una larga fascia della popolazione in merito all’aumento delle pigioni e alla mancanza di alloggi a pigione moderata, e questo in linea con i risultati a livello comunale e cantonale di precedenti votazioni in materia.

|

SÌ a più abitazioni accessibili. Stop agli speculatori

line

In svizzera molte persone faticano a trovare un’abitazione alla portata delle loro risorse a causa dell’aumento delle pigioni e di società immobiliari alla ricerca di profitti sempre maggiori. L’iniziativa “Più abitazioni a prezzi accessibili”, sottoposta al voto il prossimo 9 febbraio, promuove l’edificazione di utilità pubblica, non soggetta alla speculazione. Oggi, in una conferenza stampa comune, una larga alleanza ha illustrato le ragioni a favore di un chiaro SÌ il 9 febbraio.